Progetti in evidenza

Eventi in agenda

Testimonianze

Leggere Libera-Mente: tre parole che indicano la libertà; libertà nei pensieri, libertà nel fare delle cose in un posto come il carcere dove niente ti è permesso. Quando ti è permesso qualcosa, si fa sempre fatica a fidarsi delle novità. Io, con la mia timidezza, ho iniziato a far parte del laboratorio due anni fa e continuo con entusiasmo in quanto in questo laboratorio ho cominciato ad acquisire fiducia negli altri e fiducia in me stesso. Lavorare in gruppo per me è stato sempre difficile, ma da quando sono nel Laboratorio, mi sono reso conto che fare gruppo è bello, costruttivo, produttivo. La nostra forza è proprio il gruppo e per me vuol dire impegno rispetto, ascolto, disponibilità. Così, per me, questo Laboratorio è diventato un luogo senza confini; una stanza dove i pensieri e le emozioni non hanno più problemi; le sbarre alle finestre non riescono a negarmi la libertà. Sono ancora in carcere, ma la lettura e la scrittura mi rende un uomo libero: almeno dentro di me, nella mia mente. 13/11/2017

Testimonianza 3

( Gentian Ndoja )

Il Laboratorio Libera-Mente è stata una piacevole sorpresa. Appena arrivato nella Casa di Reclusione di Opera ho avuto la fortuna (sì! Perché in carcere molto dipende dai colpi di fortuna … ) di incontrare Remo che già da molto tempo lo frequentava e lui mi ha invitato. Ancora per fortuna mi è stato concesso di potermi aggregare al Laboratorio (e qua si rasenta il miracolo: evviva!) ed eccomi qua. Io ho sempre amato leggere e ho molto praticato la scrittura per cui un gruppo che fosse impegnato in questo mi attirava molto. Ad intrigarmi ancor di più c’era la prospettiva di partecipare alla produzione del periodico “In Corso d’Opera” che voleva dire riprendere almeno una parte del mio vecchio mestiere. Ma la realtà sta superando le aspettative! Il gruppo è consolidato e collaudato, ma non patisce l’ingresso di nuovi elementi i volontari esterni, molto preparati e disponibili, sono ben integrati con noi che siamo i volontari interni le attività sono stimolanti, il clima relazionale piacevole, tutti collaborativi, tutti si danno da fare. Bello. Sono solo all’inizio, ma sono certo di aver trovato un buon ambiente. In un posto come questo, che sa avere risvolti feroci, è un dono, di cui essere grato. 20/11/2017

Testimonianza 2

( Alessandro Cozzi )

Leggere Libera-Mente sembra uno slogan, ma non lo è. Una volta individuato un libro da leggere, il fatto di farlo insieme è senz’altro un bel modo per condividere un’esperienza, ma più ancora è l’occasione per esprimere il proprio pensiero che sarà discusso, contrastato, accolto, modificato. Così le persone si uniscono, e non si tratta certo di una cosa da poco in un posto come una Casa di Reclusione. E’ questo che mi è molto piaciuto, da subito. Il gruppo di Leggere Libera-Mente ti aiuta ad esprimerti e a liberarti da preconcetti e pregiudizi. Non c’è un programma precostituito, da seguire rigorosamente nei sui vari passaggi, ma piuttosto si fonda su scelte condivise, dove è proprio libertà la parola chiave e vi si può esprimere il proprio punto di vista, senza preoccuparsi che sia giusto o sbagliato. Si sta insieme, si condivide il gusto della lettura, si superano le difficoltà contenute in un testo anche impegnativo e si condividono le idee e i pensieri che ne scaturiscono. Ho – forse si può dire: abbiamo – imparato ad ascoltare e tutti possiamo intervenire, sapendo che saremo rispettati in ciò che diciamo. Mi pare proprio che la strada porti lontano: spero che arriveremo a fondare autentiche amicizie: mi piacerebbe. 13/11/2017

Testimonianza 1

( Filippo Cavaliere )