Iniziative

In Corso D’Opera

A cura del Gruppo di Libera-Mente viene prodotto il periodico di informazione In Corso d’Opera, interamente redatto da detenuti, sotto la Direzione Editoriale e Giornalistica di professionisti qualificati. Un “giornale” non limitato a notizie strettamente carcerarie, ma che cerca di allargare lo sguardo, occupandosi di fenomeni interessanti per la società tutta, oltre le sbarre.

 

Il Venerdì di lettura

Ogni Venerdì mattina, il gruppo di Libera-Mente si trova a leggere testi classici: romanzi nobili e famosi che regalano spunti preziosi di riflessione a chi vi si avvicini e ne stimolano di nuovi. Sotto la capace guida di uno degli Operatori volontari, il gruppo si immerge nei linguaggi, nelle atmosfere, nelle storie e nelle emozioni dei grandi della Letteratura, alimentandosene per discutere ed approfondire; con notevole arricchimento personale.

 

Scrittura Autobiografica e Creativa

L’intera giornata di Martedì è dedicata alla scrittura. Si scrive di sé, si completano gli articoli per In Corso d’Opera, si compongono testi narrativi – magari per partecipare a qualche concorso letterario -, si scrive poesia. Azioni individuali che poi vengono condivise e nel lavoro comune diventano esperienza e patrimonio di tutti.

 

Discutere per crescere

Lunedì pomeriggio c’è lo spazio per la lettura comune. Si leggono testi tra i più vari (articoli, estratti da saggi, discorsi famosi) sia recenti che di illustri personaggi storici; su questi si costruisce un ricco dibattito di approfondimento e riflessione. Nel confronto con quelle pagine ognuno cerca – e trova – risposte per sé, sentieri di cambiamento, occasioni di analisi seria che orienta e mobilita energie sane e positive.

Da qualche tempo questo è anche il momento di preparazione dei testi per il sito.

 

Il gruppo al SAI

Al SAI (Servizio di Assistenza Infermieristica, cioè l’ “Ospedale” interno al carcere), il Progetto Leggere Libera-Mente giunge al Lunedì mattina. E’ molto importante per chi vi si trova accedere al Laboratorio e lì liberare la mente da tutto, anche dalle malattie per cui si è ricoverati. Si entra nel mondo della Letteratura e da lì si passa in quello della fantasia. Si scrive, si disegna, si legge, si gioca … e così in quelle poche ore si vola via dalla reclusione.

 

Incontri ed Eventi

 

 

L’attività editoriale

 

 

Laboratorio Esterno